di Lynn Osburn
tradotto da Fabio Palmieri

L’Olio di semi di canapa costituisce il 35% del peso totale del seme. Quest’olio ha la più bassa quantità di acidi grassi saturi (8%) e la più alta quantità di acidi grassi essenziali polinsaturi (80%), sul totale di volume di olio. L’olio di semi di lino segue al secondo posto con il 72% totale degli acidi grassi essenziali combinati. L’acido linoleico (LA) e l’acido linolenico (LNA) non possono essere prodotti dal corpo umano e devono essere ottenuti attraverso l’alimentazione: sono per questo detti  acidi grassi essenziali (EFA). Leggi il resto di questo articolo »

di  Giulia Rondoni
Pubblicato su Dolce Vita n°40 – Maggio/Giugno 2012

“Voglio che la gente impari a curarsi da sola” è questa l’idea portata avanti da Rick Simpson abitante di una piccola cittadina vicino a Nova Scotia in Canada. L’interessante storia di questo personaggio comincia nel 1975 quando in un programma alla radio scopre che il Thc ha un forte potenziale nell’uccidere le cellule cancerogene. La cosa interessa particolarmente Rick, il quale un paio di anni prima, aveva perso il fratello venticinquenne proprio per un cancro incurabile. Leggi il resto di questo articolo »

di  Thomas Prade*
tradotto da Fabio Palmieri

Il settore delle bioenergie è quello che si sta sviluppando più rapidamente tra quelli delle fonti rinnovabili. La diffusione delle biomasse può ridurre la dipendenza dalle risorse fossili e mitigare il cambiamento climatico. Ma alcune di queste stanno avendo effetti ambientali pericolosi: usano troppa acqua, obbligano intere popolazioni a spostarsi e aumentano le emissioni in atmosfera di anidride carbonica piuttosto che ridurla. Tutto ciò ha portato alla domanda di colture ad alto rendimento energetico ed a basso impatto ambientale. La canapa industriale sembra avere queste caratteristiche. Leggi il resto di questo articolo »

di Massimo Mazzucco

La marijuana (spagnolo), o cannabis (latino) o hemp (inglese) è una pianta che si potrebbe definire miracolosa, ed ha una storia lunga almeno quanto quella dell’umanità. Unica pianta che si può coltivare a qualunque latitudine, dall’Equatore alla Scandinavia, ha molteplici proprietà curative, cresce veloce, costa pochissimo da mantenere, offre un olio di ottima qualità (molto digeribile), ed ha fornito, dalle più antiche civiltà fino agli inizi del secolo scorso, circa l’80% di ogni tipo di carta, di fibra tessile, e di combustibile di cui l’umanità abbia mai fatto uso.

E poi, cosa è successo? E’ successo che in quel periodo è avvenuto il clamoroso sorpasso dell’industria ai danni dell’agricultura, e di questo sorpasso la cannabis è stata chiaramente la vittima numero uno. Leggi il resto di questo articolo »

da TruthOnPot
tradotto da Fabio Palmieri

La BMW ha finalmente prodotto una vettura completamente elettrica, che ha fatto il suo debutto mondiale lo scorso 30 Luglio. E in puro stile BMW, hanno già superato ogni altra auto elettrica in ciò che conta di più: il peso. La BMW i3 pesa solo 1225 Kg – 365 in meno della Nissan Leaf e la Chevy Volt. Leggi il resto di questo articolo »

di Joe Martino
tradotto da Fabio Palmieri

Ultimamente la canapa sta facendo molto discutere di sé, soprattutto per la crescente consapevolezza che circonda l’uso dell’olio di canapa per il trattamento del cancro. Anche se la parola ‘canapa‘ viene ancora spesso confusa mischiata con la stessa definizione di Cannabis, la pianta simile ma psicoattiva, è importante rendersi conto che la canapa può essere un importante punto di svolta per il nostro mondo, se utilizzata per il suo potenziale. Leggi il resto di questo articolo »

Si è svolta il 17 luglio, presso la sede dell’Ars a Palermo, la conferenza stampa dedicata alla Cannabis sativa (o canapa industriale) e ai suoi derivati. Durante la conferenza si è parlato del ritorno in Sicilia della coltivazione della canapa per la lavorazione delle paglie e dei semi, che si prospettano essere una importante occasione di sviluppo sostenibile per l’agricoltura e, nel contempo, far nascere nuove imprese.

L’Assessorato alle politiche agricole della Regione Sicilia ha ritenuto di dover appoggiare l’iniziativa di tre giovani siciliani, la dott.ssa Stefania Martorina, il dott. Giuseppe Sutera Sardo, e il dott. Giuseppe Nicosia che, con la loro azienda “Sicilcanapa“, portano avanti un importante progetto finalizzato al reinserimento della coltivazione della canapa e della lavorazione dei derivati. Leggi il resto di questo articolo »

di Tania Talamo

Da un pò di anni anche nell’edilizia si sta cercando, sempre di più, di utilizzare materiali naturali, dedicando una grande attenzione alla salubrità degli spazi abitativi. Il materiale naturale più utilizzato è in primis il legno, ma ci sono esempi di costruzioni fatte di paglia, di terra cruda e ultimamente sta avendo una grande diffusione l’utilizzo della canapa, essendo un materiale altamente ecocompatibile. La canapa, conosciuta sin dall’antichità (coltivata già nell’Età del Bronzo), è sempre stata utilizzata per fabbricare tessuti e carta, ma negli ultimi tempi sta avendo una grande diffusione nel settore dell’edilizia, anche se ritrovamenti archeologici (in Francia) ci dimostrano che era già stata utilizzata per costruire. Leggi il resto di questo articolo »

di Lynn Osburn
tradotto da Fabio Palmieri

I semi della pianta cannabis sativa, o semi di canapa, contengono tutti gli amminoacidi e gli acidi grassi essenziali necessari per mantenere una vita sana. Nessun’altra fonte vegetale presenta gli amminoacidi essenziali in una forma così facilmente digeribile, così come gli acidi grassi essenziali nel perfetto rapporto per soddisfare le esigenze nutrizionali dell’uomo.

L’importanza dei nutrienti dei semi di canapa per la salute umana non può essere pienamente apprezzata senza qualche accenno alla bio-chimica della vita. Purtroppo, ogni tentativo di comprendere il flusso della vita conduce spesso nel più problematico regno dell’infinitamente complesso.

Leggi il resto di questo articolo »

di Joe Martino e Marta Albe

Il latte di canapa è un’alternativa incredibilmente nutriente e gustosa al latte vaccino in quanto fornisce al corpo sostanze nutritive essenziali senza i danni che provoca il latte al il corpo. Per alcuni, è una scelta scelta etica quella di non bere latte di animali, per altri è un’intolleranza. Altri ancora scelgono di evitarlo per ragioni salutiste, mentre altri lo bevono come vogliono per i benefici nutrizionali ed il sapore. Qualunque sia la circostanza, è possibile che non stiamo facendo la scelta più sana bevendo latte di animali. Per tutti coloro che sono alla ricerca di una valida alternativa al latte animale, quello di canapa è un’opzione che si dovrebbe prendere in considerazione. Leggi il resto di questo articolo »

Seguici su: